TEKNO E FSC PER L’AMBIENTE!

Oltre l’ambiente: come le aziende stanno migliorando la vita delle comunità grazie alla certificazione

 

Cambiare in meglio la vita delle comunità forestali locali richiede rispetto, impegno e intraprendenza, racconta il Direttore Generale Kim Carstensen


Sono ancora in molti a considerare le foreste come qualcosa che abbia a che fare soltanto con l’ambiente: sono verdi, sono piene di alberi, e aiutano a regolare il clima. Allo stesso modo, però, le foreste sono altrettanto importanti nella sfera sociale e sono una risorsa vitale di progresso e crescita per i Paesi in via di sviluppo. Per le imprese che fondano le proprie attività sulle risorse forestali, tutto ciò rappresenta un’opportunità unica per aprirsi la strada nella collaborazione con le comunità locali, influenzando così il cambiamento in modi che non sempre i governi sono in grado di realizzare.

Centinaia di milioni di persone vivono e lavorano all’interno e nelle vicinanze delle foreste in tutto il mondo, e molte di loro dipendono da esse in modo essenziale. Migliorare le loro vite è uno dei nostri obiettivi più importanti, ed è qualcosa di cui noi, e le imprese certificate FSC, andiamo fieri.

Uno studio intrapreso dal Center for International Forestry Research (CIFOR) ha dimostrato che le attività forestali gestite secondo gli standard FSC forniscono benefici tangibili alle comunità, dalle condizioni di lavoro alle infrastrutture pubbliche. E’ emerso, ad esempio, come la certificazione FSC abbia portato “un notevole progresso sociale” per coloro che vivono e lavorano nell’ambito delle attività di taglio certificate FSC nel bacino del Congo.

La sicurezza prima di tutto: i diritti dei lavoratori vengono sempre garantiti

Crediamo fortemente nella capacità delle foreste di procurare benefici e protezione alle comunità locali, alle tribù indigene e ai lavoratori, se i loro diritti vengono rispettati. Uno dei miei ricordi più vividi su questo tema è l’aver visto di persona l’operato delle imprese certificate FSC in Sud Africa: sono stato testimone dell’enorme sforzo che le aziende mettono nel rispetto delle norme di salute e sicurezza e del profondo amor proprio dei lavoratori, che hanno compreso le norme e che utilizzano moderne attrezzature di sicurezza. Inoltre, gli impiegati non sono solo tutelati ma ricevono anche un salario di sussistenza per le loro famiglie. E il rispetto di requisiti che riguardano la gestione degli insetti o delle malattie infestanti non è proprio comune in un Paese in via di sviluppo.

Le attività forestali possono essere pericolose – gli alberi sono grandi, ci sono oggetti pesanti da maneggiare, e molte cose possono andare storte se non si è protetti in maniera adeguata o se si usano pesticidi in modo sbagliato. Questo è il motivo per cui la tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori è sempre presente all’interno degli standard e della certificazione FSC. E cosa ancora più importante, è fondamentale che le aziende che operano secondo i principi FSC aiutino in concreto le comunità a far sentire la propria voce riguardo le proprie condizioni e la propria vita.

Per supportare tutto ciò, stiamo sviluppando le nostre regole per quel che riguarda la collaborazione con le comunità locali in un progetto conosciuto come Free, Prior and Informed Consent (FPIC).

Questo procedimento garantisce che le comunità vengano consultate, rispettate e coinvolte nella gestione forestale e nei processi di selezione dei tagli e che le loro tradizioni, la loro cultura e i loro luoghi sacri siano salvaguardati e rimangano inviolati.

Considerando che gli aspetti sociali sono diventati una componente importante del nostro operato, credo sia davvero il momento giusto per organizzare quest’anno la nostra conferenza In Good Company 2015 (IGC) a Durban in Sud Africa. Sarà la prima volta in cui porteremo IGC nel continente africano, e sarà un evento che stimolerà coloro che possiedono la nostra certificazione a discutere sui vantaggi che FSC può portare nel contesto africano, in concomitanza con il World Forestry Congress.

Una garanzia per il sociale, una garanzia per il consumatore

L’intero ciclo della responsabilità sociale, anche in un quadro come quello africano in cui la povertà è molto diffusa, alza il livello di affidabilità e credibilità di FSC agli occhi dei consumatori. Per le aziende non è più sufficiente evitare di danneggiare le comunità locali con cui lavorano: devono anche impegnarsi in modo proattivo con esse, rispettare il loro punto di vista ed i loro interessi; fornire loro benefici sociali quali salari adeguati e la tutela della salute e della sicurezza sul luogo di lavoro. In questo modo i consumatori possono avere la certezza che i prodotti che acquistano siano davvero stati fatti “in una buona Compagnia”.

fonte: https://it.fsc.org/news.35.273.htm